loader image

Cerniere
per porte

Testi da redigere

Le molteplici colorazioni proposte sono in grado di soddisfare le esigenze più svariate della clientela, dal gusto moderno hi-tech (cromato, nichelato, lucido, opaco, satinato) a quello retrò (il bronzo nelle sue infinite sfumature) non tralasciando il gusto tradizionale (ottonato, tropicalizzato, zincato) e le colorazioni RAL con polvere epossidica. Tutte le finiture sono testate secondo la normativa UNI EN 1670 assegnando ad ogni colorazione un grado di resistenza in nebbia salina.
La Florida è sempre attenta a consigliare il materiale e la giusta finitura in rapporto ai diversi agenti esterni ed alla resistenza all’aggressione della ruggine. In aree con agenti esterni aggressivi, ad esempio zone costiere dove è presente un alto potenziale di corrosione, si consiglia l’utilizzo di cerniere in acciaio inox, mentre in aree con agenti esterni neutri si possono utilizzare cerniere in ferro con una vasta gamma di finiture.

La Florida ha sviluppato negli ultimi anni una nuova finitura superficiale zinco 12 micron finingard ed è l’alternativa alla finitura tropicalizzata, priva di cromo-6 per garantire un’elevata resistenza alla corrosione nel rispetto dell’ambiente.
Al fine di ottimizzare la resistenza delle finiture ci sono alcune precauzioni da tener presente:

  • evitare di installare il prodotto in ambienti freschi di pittura e nelle vicinanze di parquet in legno appena posati e verniciati, e di pavimenti in marmo e granito appena levigati;
  • evitare l’uso per la pulizia di prodotti corrosivi ed abrasivi.

La norma UNI EN 1670 specifica i requisiti di resistenza alla corrosione in nebbia salina tipo NSS in diversi classi:

  • Classe 0: <24 ore
    resistenza alla corrosione non definita;
  • Classe 1: 24 ore
    bassa resistenza per ambienti interni asciutti;
  • Classe 2 : 48 ore
    resistenza moderata per ambienti interni in cui può formarsi umidità;
  • Classe 3 : 96 ore
    elevata resistenza per ambienti esterni in cui occasionalmente o spesso può presentarsi umidità o pioggia;
  • Classe 4: 240 ore
    per ambienti esterni in presenza di condizioni estreme;
  • Classe 5: >480 ore
    per ambienti esterni in presenza di condizioni straordinariamente difficili che richiedono l’impiego di prodotti con una protezione duratura.

Ogni colorazione ha un suo grado di resistenza all’ossidazione.
Le classi di resistenza sono indicate secondo la Normativa UNI EN 6014:

  • Classe 0: meno di 24 ore
  • Classe 1: tra 24 e 48 ore
  • Classe 2: tra 48 e 96 ore
  • Classe 3: tra 96 e 240 ore
  • Classe 4: tra 240 e 480 ore
  • Classe 5: superiore a 480 ore
Altamente performante con boccole autolubrificanti

995

Per un allineamento perfetto
Fornibile in diverse finiture

506

Adatta alla terza anta
Prodotta in acciaio
Altamente performante con boccole autolubrificanti
Altamente performante con boccole autolubrificanti

115

Cerniera con piastrina da installare sul battente

103

Prodotta anche in inox
Cerniera a 6 gambi
Quando la tecnologia è a disposizione della posa
Un chiudiporte veloce da installare e in armonia con la porta
Lo stile con performance moderne grazie alle boccole autolubrificanti
Per telai in ferro

82

Con boccola autolubrificante
Altamente performante con boccole autolubrificanti
Altamente performante con boccole autolubrificanti
Per avere la porta sempre in asse con la cerniera

54

Realizzata per ridurre gli stock di magazzino
Prodotta in varie finiture
Per regolare in altezza la porta senza difficoltà
Stile moderno e sobrio prodotta anche in inox
Adatta all'installazione su porte in MDF

25

Robustezza e durabilità grazie alla boccola autolubrificante
Regolabile sulle tre assi

8

Movimento fluido grazie alla boccola autolubrificante

100

Prodotte in ottone, per uno stile ricercato
L'icona dello stile barocco
In stile fiorentino

41

inconfondibile stile Luigi XVI

32

Per uno stile minimalista

50

fornibile in diverse finiture

Immagine scheda

Per la prova di deformazione da carico si utilizzano altre due cerniere applicando il carico del doppio del peso dell’anta di prova sempre e solo su una cerniera.
La prova di sovraccarico deve essere effettuata sia dopo la prova di durabilità sia dopo la prova di deformazione da carico applicando un peso pari a tre volte il peso della porta di prova.
Con la prova di resistenza al taglio si controlla che il perno centrale non subisca deformazioni da compromettere la funzionalità della cerniera stessa.
  • Categoria 1: uso leggero.
    Cerniere applicate su porte o finestre da interni o altri luoghi di soggiorno e negli edifici ove vi sia una bassa frequenza d’uso ed una particolare cura da parte dell’utente e basso rischio di incidenti o errato uso (uso privato).
  • Categoria 2: uso medio
    Cerniere applicate su porte o finestre da interni o altri luoghi di soggiorno e negli edifici ove vi sia una media frequenza d’uso ed una certa cura da parte dell’utente, ma ove esiste il rischio di incidenti o errato uso (uso intenso).
  • Categoria 3: uso pesante
    Cerniere applicate su porte in edifici ove vi sia una elevata frequenza d’uso da parte del pubblico o di altri utenti, con scarsa cura ed un elevato rischio di incidenti o errato uso (uso pubblico).
  • Categoria 4: uso molto pesante
    Cerniere applicate su porte soggette ad uso frequentemente violento.
  • Classe 3: 10˙000 cicli
  • Classe 4: 25˙000 cicli
  • Classe 7: 200˙000 cicli
I cicli rappresentano il numero di aperture e chiusure a 90° di una porta.
  • Categoria 1: 20 kg
  • Categoria 2: 40 kg
  • Categoria 3: 60 kg
  • Categoria 4: 80 kg
  • Categoria 5: 100 kg
  • Categoria 6: 1200 kg
  • Categoria 7: 160 kg
Si identifica il peso della porta che viene testata.
  • Categoria 0: non idoneo all’uso su porte antincendio o antifumo
  • Categoria 1: idoneo all’uso su porte antincendio o antifumo (EN 1634-1)
  • Categoria 1: tutte le cerniere devono soddisfare i requisiti essenziali di sicurezza in uso. Per tale ragione, viene descritta una singola classe.
Riferimento norma UNI EN 1670 la quale stabilisce il grado di resistenza alla corrosione di ogni finitura.
  • Categoria 0: non idoneo all’impiego su porte antisfondamento.
  • Categoria 1: idoneo all’impiego su porte antisfondamento, in seguito alla valutazione del contributo dato dalle cerniere alla resistenza della porta. Questa valutazione non è contemplata dalla UNI EN 1935.
  • Grado 1: 10kg (massa porta di prova) per 10˙000 cicli
  • Grado 2: 20 kg (massa porta di prova) per 10˙000 cicli
  • Grado 3: 20 kg (massa porta di prova) per 25˙000 cicli
  • Grado 4: 20 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 5: 40 kg (massa porta di prova) per 10˙000 cicli
  • Grado 6: 40 kg (massa porta di prova) per 25˙000 cicli
  • Grado 7: 40 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 8: 60 kg (massa porta di prova) per 10˙000 cicli
  • Grado 9: 60 kg (massa porta di prova) per 25˙000 cicli
  • Grado 10: 60 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 11: 80 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 12: 100 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 13: 120 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli
  • Grado 14: 160 kg (massa porta di prova) per 200˙000 cicli